1. Home
  2. /
  3. Tutte le Notizie
  4. /
  5. 9° TROFEO “SPORTING CLUB”,...

9° TROFEO “SPORTING CLUB”, CALCIO GIOVANILE E SOLIDARIETÀ

CITTÀ DI CASTELLO – Un torneo di calcio giovanile colmo di significati: la ripartenza dopo 2 anni di stop causa pandemia, l’omaggio ad un amico prematuramente scomparso ed il supporto ad una realtà di volontariato. È un biglietto da visita prezioso quello che può esibire il 9° Trofeo “Sporting Club” – 2° Memorial “Marco Nutrica” – Trofeo “Cartoedit” organizzato dall’Asd Junior Castello Calcio e riservato alle categorie Pulcini 2011-2012, Primi Calci 2013-2014 e Piccoli Amici 2015-2016, in programma dal 23 al 25 aprile allo stadio “Baldinelli”.

Alla manifestazione parteciperanno 25 società di Umbria, Marche, Toscana, Emilia Romagna e Lazio: 850 circa i baby calciatori impegnati, per un totale di 90 squadre che si affronteranno in 240 gare. Nel solco di un legame solidale consolidato, metà del ricavato dalla vendita dei biglietti sarà devoluto all’associazione “Parent Project” attiva nella lotta alla distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Un apprezzabile elemento di novità è dato dalla collaborazione con il Rugby Città di Castello che si occuperà della…pausa pranzo, aspetto non trascurabile visto che tra bambini, genitori e dirigenti saranno circa un migliaio coloro che si siederanno a tavola. Una pluralità di aspetti positivi evidenziata in sede di presentazione dal presidente del club Lorenzo Pieracci e dal responsabile tecnico Luca Marini, dal sindaco Luca Secondi e dall’assessore allo sport Riccardo Carletti, da Claudio Tomassucci a nome della Figc e da Renato Pescari di “Parent Project”.

 

La Parent Project è un’associazione di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Dal 1996 lavora per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine di bambini e ragazzi attraverso la ricerca, l’educazione, la formazione e la sensibilizzazione. Gli obiettivi di fondo che hanno fatto crescere l’associazione fino ad oggi sono quelli di affiancare e sostenere le famiglie dei bambini che convivono con queste patologie attraverso una rete di Centri Ascolto, promuovere e finanziare la ricerca scientifica al riguardo e sviluppare un network collaborativo in grado di condividere e diffondere informazioni chiave.

 

“Sin dalla nascita – ha affermato Pescari – l’associazione si prodiga per raccogliere fondi da destinare alla ricerca. Attualmente nel mondo sono in corso 59 sperimentazioni e di queste 11 vengono portate avanti in Italia. Prima siamo riusciti ad ottenere risultati per quanto riguarda i bambini, poi per i ragazzi ed ora per gli adulti. Nel tempo l’aspettativa di vita delle persone affette da questa patologia è più che raddoppiata e la qualità della vita è sensibilmente migliorata. Ringrazio tutti coloro che con la loro generosità hanno consentito di ottenere questi risultati. Attualmente è in corso una ricerca sul trapianto genetico attorno alla quale ci sono grosse aspettative”.

 

 

9° TROFEO “SPORTING CLUB”, CALCIO GIOVANILE E SOLIDARIETÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.