1. Home
  2. /
  3. Tutte le Notizie
  4. /
  5. CARLO REALI (PRESIDENTE ASSOCIAZIONE...

CARLO REALI (PRESIDENTE ASSOCIAZIONE “IL MOSAICO 2.0”) INCONTRA FIAMMETTA BORSELLINO

CITTÀ DI CASTELLO – Venerdì 15 marzo il presidente dell’associazione “Il Mosaico 2.0” Carlo Reali ha incontrato la dott.ssa Fiammetta Borsellino, figlia di Paolo, il giudice vittima assieme alla sua scorta di un terribile attentato il 19 luglio 1992. L’attentato avvenne a soli 57 giorni dalla strage di Capaci, dove morirono il giudice Falcone, sua moglie e gli uomini della scorta.

L’incontro, fortemente voluto dal presidente dell’associazione il Mosaico, è servito a programmare un’iniziativa a Città di Castello per l’inizio del nuovo anno scolastico. L’iniziativa avrà come tema “Mafia, il valore della legalità”: saranno interessate le classi degli Istituti Superiori della città, che prepareranno l’incontro con una fase di studio a scuola.

Fiammetta Borsellino è la più giovane dei tre figli del giudice Paolo e di Agnese Piraino Leto. È stata dirigente al Comune di Palermo fino 5 anni fa, quando decise di dedicare la sua vita al ricordo di suo padre attraverso incontri con gli studenti, a partire dalle classi di 5 elementari.

Per il presidente Reali l’incontro, durato circa due ore, è stato emotivamente forte per i temi trattati e soprattutto per il ricordo che Fiammetta ha cercato di dare di suo padre e di quel periodo.

Il presidente Reali, a nome dell’intera associazione, ha chiesto a Fiammetta Borsellino di diventare socia emerita dell’associazione Mosaico 2.0 e lei ha accettato con grande soddisfazione, rimarcando il valore dell’associazionismo nella trattazione di temi sensibili quali quelli della mafia e della legalità.

Prima dei saluti Reali ha donato a Fiammetta Borsellino due regali che sono rappresentativi della nostra città: un lavoro della Tela Umbra (unica al mondo nella lavorazione del lino su telai della fine del 1800) ed i saggi scritti dal barone Franchetti sul brigantaggio e sul fenomeno mafioso, suggeriti dal dott. Fabrizio Boldrini, direttore della Fondazione Hallgarten Franchetti – Villa Montesca.

Era stato quest’ultimo a ricordare che in occasione della visita a Città di Castello dell’allora Presidente del Senato Pietro Grasso, questi avesse ricordato come fossero stati importanti quei saggi sulla situazione meridionale e sul fenomeno mafioso per il giudice Borsellino, attento studioso del fenomeno mafioso.

Reali, grazie alla disponibilità del laboratorio Tela Umbra e delle sue socie, è riuscito ad averne una copia che ha regalato a Fiammetta Borsellino, il presidente del sodalizio altotiberino ha inoltre ha ricordato che quest’anno si celebrano i 150 anni dalla nascita di Alice Hallgarten, moglie del barone leopoldo Franchetti.

L’incontro è terminato con l’intento di iniziare da subito il programma che vedrà coinvolti gli studenti, chiamati a leggere i saggi proposti dalla dott.ssa Borsellino.

 

 

CARLO REALI (PRESIDENTE ASSOCIAZIONE “IL MOSAICO 2.0”) INCONTRA FIAMMETTA BORSELLINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *