1. Home
  2. /
  3. Tutte le Notizie
  4. /
  5. L’AVIS COMUNALE DI CITTÀ...

L’AVIS COMUNALE DI CITTÀ DI CASTELLO TRACCIA UN BILANCIO DELL’ATTIVITÀ 2022

CITTÀ DI CASTELLO – L’AVIS Comunale di Città di Castello traccia un bilancio dell’attività 2022 in una nota, che riportiamo integralmente:

Il presidente dell’AVIS Comunale di Città di Castello Marcello Novelli, anche a nome del Consiglio Direttivo, porge i più sentiti auguri di un buon Natale e di un felice e sereno anno nuovo, con l’auspicio che il 2023 possa essere più sereno per tutti i nostri concittadini, per le nostre donatrici e per i nostri donatori.

Purtroppo il 2022 ci ha privato della presenza del nostro Presidente onorario Comm. Antonio Gasperini che è stato da sempre il nostro faro, il nostro approdo sicuro nella grande burrasca della vita associativa, un punto di riferimento anche organizzativo per tutti noi; purtroppo nel 2020 il destino ci aveva già privato dell’allora presidente Paolo Celestini lasciando la nostra AVIS Comunale con gravi problemi organizzativi. Loro rimarranno sempre nei nostri cuori e ci daranno la forza di continuare la loro opera e a tal proposito ringrazio le famiglie dei compianti che tutt’ora ci forniscono supporto organizzativo.

Naturalmente, come Presidente dell’AVIS Comunale di Città di Castello colgo l’occasione per tracciare un bilancio del nostro operato nell’anno 2022, che ha visto una fattiva collaborazione con le Istituzioni pubbliche a supporto del Servizio Sanitario, promuovendo e sostenendo attività volte alla sensibilizzazione del “dono del sangue” VOLONTARIO, PERIODICO, ANONIMO e GRATUITO, assicurando le risorse adeguate e necessarie per l’erogazione delle terapie ematiche a chiunque ne abbia bisogno.

Oggi noi pensiamo di essere fuori dall’emergenza sanitaria creata dalla pandemia da Covid-19 ma sostanzialmente questa lunga emergenza ha mutato anche le esigenze di fabbisogno ematico del Sistema Sanitario Nazionale, che con la ripresa di tutte le attività operatorie ha creato uno stato di emergenza sangue continuativo nel tempo e lo “spontaneismo della donazione” è divenuto “specializzazione della donazione” che comporta un’efficace azione di “chiamata e di prenotazione della prestazione del Donatore” per ottimizzare gli accessi al S.I.T. affinché avvengano in modo sicuro garantendo un flusso costante al sistema che sta uscendo da questa situazione emergenziale.

Ringrazio l’Amministrazione comunale di Città di Castello che ci ha sempre supportato nelle nostre azioni, in maniera particolare il Sindaco Luca Secondi che ci ha garantito un concreto supporto per l’avvenire, mantenendo tutte le iniziative congiunte in essere per la promozione della donazione alla quale concorrono in maniera significativa anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Città di Castello, la Sogepu e la Sezione Soci COOP di Città di Castello che dallo scorso anno supporta a vario titolo la nostra attività del “Progetto Scuola”

Relativamente al “Progetto Scuola” mi preme ringraziare tutti gli Istituti scolastici delle scuole superiori della nostra città che hanno preso a cuore il progetto sviluppandolo in maniera esemplare; gli istituti sono il Liceo Classico “Plinio il Giovane”, il Polo Tecnico “Franchetti Salviani”, l’Istituto di Istruzione Superiore “Patrizi – Baldelli – Cavallotti” ed il Liceo Europeo “San Francesco di Sales”.

Voglio anche ringraziare le strutture sanitarie dell’ospedale di Città di Castello ed in modo particolare la dirigente dott.ssa Elisabetta Agea e tutto il personale del S.I.T. per la disponibilità dimostrata nello svolgimento del proprio lavoro e nella fidelizzazione dei donatori.

Nell’anno appena trascorso l’AVIS Comunale di Città di Castello ha continuato la ripresa già iniziata nel 2021 incrementando i propri numeri: per questo ringrazio tutte le donatrici e i donatori che hanno risposto in massa alla nostra chiamata.

Nell’anno 2021 aumentammo infatti di circa 400 donazioni e 123 nuovi donatori rispetto al 2020 che fu un anno segnato dalla pandemia; nei primi 11 mesi del 2022 l’aumento è meno marcato ma abbiamo recuperato rispetto al 2021 ancora circa 100 donazioni e, cosa più importante, abbiamo aumentato ancora con 180 nuovi donatori.

Questo purtroppo non è comunque sufficiente a garantire ai nostri ospedali una adeguata quantità di sangue e quindi non possiamo sederci sugli allori ma dobbiamo continuare a lavorare alacremente per assicurare il sangue a coloro che ne hanno bisogno: questa è la nostra mission e questo continueremo a fare.

D’altra parte, la promozione della Donazione del sangue è delegata per Legge alle associazioni di volontariato del settore ed in massima parte all’AVIS per il raggiungimento DELL’AUTOSUFFICIENZA, LOCALE, REGIONALE E NAZIONALE.

Mi piace ricordare che “ogni goccia di sangue donato salva una vita”: questo è l’identificativo della nostra Associazione.

 

AVIS COMUNALE DI CITTÀ DI CASTELLO

IL PRESIDENTE VICARIO

Marcello Novelli

 

L’AVIS COMUNALE DI CITTÀ DI CASTELLO TRACCIA UN BILANCIO DELL’ATTIVITÀ 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *