1. Home
  2. /
  3. Tutte le Notizie
  4. /
  5. SAN SECONDO HA RICORDATO...

SAN SECONDO HA RICORDATO I CADUTI DI TUTTE LE GUERRE

CITTÀ DI CASTELLO – Come da tradizione, il 1° novembre a San Secondo di è svolta la cerimonia di commemorazione dei Caduti in guerra, tradizionale manifestazione organizzata dal Comitato Pro San Secondo e dall’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in guerra – Sezione di Città di Castello.

Il 1° novembre a San Secondo è il giorno in cui il presente si incontra con il passato nella speranza di un futuro migliore, il giorno in cui il passato ci indica la strada per essere costruttori di un futuro di pace un giorno di emozione e commozione nel ricordo delle vittime di tutte le guerre.

Un folto corteo, reso ogni anno più numeroso dalla grande partecipazione di cittadini che si affianca a quella dei rappresentanti delle autorità civili e religiose, delle associazioni e del Comando Militare dell’Esercito Umbria, dopo la S. Messa ha percorso le vie del paese per raggiungere i monumenti teatro della cerimonia.

Accompagnati dalle note della Filarmonica “Giacomo Puccini” di Città di Castello, i partecipanti hanno prima reso omaggio alle vittime civili del bombardamento del 14 maggio per poi spostarsi al monumento alla Pubblica Assistenza.

Quest’anno la cerimonia commemorativa è stata completamente affidata agli studenti ed è stata seguita dagli indirizzi di saluto della dirigente del 1° Circolo didattico Silvia Ghigi, della presidente del “Comitato pro San Secondo” Nicoletta Caiotti, del Ten Col. Roberto Pretolani del Comando Esercito Umbria e dell’assessore Mauro Mariangeli.

La cerimonia, come detto, ha visto assoluti protagonisti (attraverso canti, poesie e letture) gli studenti della scuola primaria “La vecchia stazione” di San Secondo e della Scuola media “Alighieri-Pascoli” di Città di Castello. Particolarmente toccante è stata la lettura da parte dei ragazzi della scuola media di alcuni pezzi tratti dal libro “Abbiamo detto no” che raccoglie la biografia di 10 IMI (Internati Militari Italiani): una lettura commovente che riporta la dimensione umana di quella che fu una vera e propria tragedia per molti italiani, in un’occasione particolare dato che quest’anno ricorrono gli 80 anni dall’armistizio che segnò l’inizio del calvario dei nostri soldati che vennero fatti prigionieri e diventarono IMI.

La cerimonia di San Secondo rappresenta un momento significativo per la memoria storica e proprio riconoscendone l’importanza il Comandante Vincenzo Nazzaro, tramite il Ten Col. Roberto Pretolani, ha voluto fare dono a Pierino Monaldi nella sua veste di rappresentante del comitato organizzatore dello stemma del Comando Esercito Umbria.

Immensa la soddisfazione degli organizzatori nel vedere che i veri protagonisti della cerimonia sono stati i giovani: “È proprio questo – dichiara Pierino Monaldi – lo spirito della cerimonia: ricordare affinché le nuove generazioni possano avere la consapevolezza di ciò che è stato, per far maturare in loro la volontà di essere dei costruttori di Pace”.

 

 

SAN SECONDO HA RICORDATO I CADUTI DI TUTTE LE GUERRE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *