1. Home
  2. /
  3. Tutte le Notizie
  4. /
  5. SOFIA ZANCHI ED ELENA...

SOFIA ZANCHI ED ELENA GIOGLI VINCITRICI DEL CONCORSO “GIULIO PIERANGELI” PROMOSSO DALL’ISTITUTO DI STORIA POLITICA E SOCIALE “VENANZIO GABRIOTTI”

CITTÀ DI CASTELLO – Venerdì 27 ottobre, nella sala dei gruppi consiliari del Palazzo comunale, l’Istituto di Storia politica e Sociale “Venanzio Gabriotti” ha premiato Sofia Zanchi ed Elena Giogli, vincitrici del concorso “Giulio Pierangeli” 2023 rivolto a giovani studiosi di storia.

Quest’evento, giunto alla 9^ edizione, rappresenta un importante momento di celebrazione dell’approfondimento storico e della ricerca locale.

Alle due giovani studiose sono state consegnate due borse di ricerca da Pier Giorgio Lignani per gli studi che hanno già iniziato e che culmineranno nella stesura di due quaderni che saranno pubblicati dall’Istituto di Storia e politica sociale “Venanzio Gabriotti”.

Sofia Zanchi, neolaureata in Filosofia all’Università degli Studi di Bologna ha ottenuto quest’importante riconoscimento grazie al suo studio: “La televisione a Città di Castello. Storia e testimonianze dei primi dieci anni della RAI nel territorio tifernate”. Il suo lavoro fornisce una preziosa testimonianza della trasformazione mediatica e sociale avvenuta nel territorio.

Elena Giogli, sceneggiatrice e regista nota anche per aver diretto il documentario “Il custode della memoria” sulla vita di Dino Marinelli, ha vinto il concorso “Giulio Pierangeli” grazie alla sua ricerca: “Il cinema a Città di Castello. Dalle prime sale cinematografiche all’apertura del Cinema Eden”, in cui ha esplorato la storia dei primi cinematografi nati nel comune tifernate all’inizio del ‘900, tracciando l’evoluzione di queste sale fino all’apertura del Cinema Eden, un’icona culturale del territorio.

Le due studiose, alla presenza di un parterre composto da numerosi cittadini, dall’assessore alla cultura Michela Botteghi e da Alvaro Tacchini (presidente dell’Istituto “Gabriotti”), hanno illustrato i loro lavori durante la cerimonia di premiazione, offrendo uno sguardo approfondito sulle loro ricerche.

Sofia Zanchi ha spiegato che la sua ricerca, oltre che da un interesse storico, nasce dal desiderio di fissare la memoria della sua famiglia, in particolare dell’opera del nonno che ha lavorato alle prime ricezioni ed ai primi apparecchi televisivi, lavoro poi portato avanti anche dal padre, nell’attività di famiglia a Cerbara.

Elena Giogli ha spiegato che la sua ricerca proseguirà con un approfondimento su tutta la storia del Cinema Eden, del quale l’Istituto “Gabriotti” ha acquisito l’intero archivio storico. L’autrice ha inoltre raccontato che questo studio ha un forte valore sentimentale perché per lei il Cinema Eden di Città di Castello ha rappresentato una prima vera scuola di cinema: è stata infatti proprio l’assidua frequentazione di quel luogo “magico”, nel corso della sua infanzia e giovinezza, ad averla portata a scegliere di lavorare nel mondo del cinema.

L’assessore alla cultura Michela Botteghi ha elogiato il lavoro delle due studiose, sottolineando come ricerche così interessanti ed approfondite possano portare un valore aggiunto a tutta la comunità ed accrescere il prestigio storico di Città di Castello.

Il presidente Alvaro Tacchini ha confermato che trattandosi di due lavori di grande valore, ricchi di documentazione storica e di testimonianze, entrambi saranno presto editi dall’Istituto “Gabriotti”, così da trovare la più ampia diffusione e possibilità di lettura da parte del pubblico.

 

SOFIA ZANCHI ED ELENA GIOGLI VINCITRICI DEL CONCORSO “GIULIO PIERANGELI” PROMOSSO DALL’ISTITUTO DI STORIA POLITICA E SOCIALE “VENANZIO GABRIOTTI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *