1. Home
  2. /
  3. Tutte le Notizie
  4. /
  5. TOTEM “INTELLIGENTI” NEL DUOMO...

TOTEM “INTELLIGENTI” NEL DUOMO E NELLE CHIESE DEL CENTRO TIFERNATE – PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE CHIESE STORICHE

CITTÀ DI CASTELLO – Totem “intelligenti” all’ingresso delle chiese del centro storico a portata di turisti e fedeli: attraverso lo smartphone, puntando un codice QR, si potrà accedere alle informazioni di carattere storico, artistico e religioso di tutti gli edifici di culto.

Il progetto (l’iniziativa è dell’Associazione Chiese Storiche) prevede l’istallazione di totem informativi nel Duomo, nelle Chiese di San Domenico, San Francesco, Santa Maria Maggiore, Santa Maria Nova e San Michele Arcangelo e nel Santuario della Madonna delle Grazie.

Lo strumento permetterà ai fedeli ed ai visitatori di conoscere la storia del luogo: inquadrando il display con il telefono cellulare si potrà, tramite codice QR, accedere al testo scritto e ad un messaggio audio: entrambi i contenuti saranno sia in lingua italiana che in lingua inglese. L’iniziativa punta dunque a migliorare l’accoglienza nei luoghi ed edifici religiosi meta di molti visitatori, ma potrebbe essere anche uno stimolo per i tifernati per conoscere meglio queste chiese, che sono scrigni di memorie, fede, storia ed arte.

Nel corso della presentazione ufficiale del progetto svoltasi mercoledì 5 ottobre in Duomo, è stato il vescovo Mons. Luciano Paolucci Bedini a testarne per primo l’efficacia e l’utilità, assieme al presidente dell’Associazione Chiese Storiche Paolo Bocci e all’assessore alla cultura Michela Botteghi.

“Semplice, intelligente e generosa”: così, al termine della prova con il proprio smartphone, il presule ha definito l’iniziativa, ideata e realizzata dall’Associazione Chiese Storiche.

L’Associazione Chiese Storiche ha presentato alla C.E.I. domanda di finanziamento per installare totem informativi in 7 chiese di Città di Castello (Cattedrale, San Domenico, San Francesco, Santa Maria Maggiore, Santa Maria Nova, S. Michele Arcangelo e Santuario della Madonna delle Grazie”.

“L’idea avanzata – ha precisato Bocci – è stata ritenuta valida perché punta a migliorare l’accoglienza nei luoghi di culto, sia per i fedeli che per gli ospiti. Il progetto è stato realizzato dalla ditta H24 di Perugia (società specializzata in fornitura di servizi informatici, consulenza, formazione, sviluppo e networking) grazie al contributo dell’8 per mille alla Chiesa Cattolica ed in collaborazione con la Diocesi di Città di Castello”.

I 7 pannelli sono costituti da una scheda in formato A4 nella quale sono riportate informazioni storico-artistiche sula chiesa in italiano ed in inglese. Grazie alla tecnologia QR code, le persone interessate potranno inoltre ascoltare un’audioguida in italiano ed in inglese. I visitatori potranno accedere ai contenuti semplicemente inquadrando con il proprio cellulare, il QR code. Le app che consentono questa operazione sono gratuite e facilmente scaricabili, ad esempio sia da App Store – Apple che da Google Play.

“Con quest’iniziativa – ha concluso Bocci – dotiamo importanti chiese di Città di Castello di uno strumento che permetterà sia ai tifernati che ai visitatori di conoscere meglio il luogo dove sono e quindi di apprezzarlo sia da un punto di vista storico- artistico che di fede. Ci poniamo l’obiettivo di fare memoria di storie del passato per trasportarle nel presente, rendendole attuali grazie ad un linguaggio aggiornato ai tempi, capace di trasmettere nuove emozioni e stimoli. I volontari dell’associazione continueranno ad effettuare visite guidate per gli interessati, che arricchiranno le informazioni contenute nei totem”.

Un plauso è stato espresso dall’assessore alla cultura Michela Botteghi, che ha definito l’iniziativa “un vero e proprio salto di qualità nel miglioramento dell’accesso e della fruizione di informazioni utili non solo per i turisti ma per i cittadini e i fedeli”. “Accanto a musei, strutture storico-culturali ed artistiche di grande livello – ha concluso – la nostra bellissima città può vantare la presenza in tutto il territorio comunale di edifici di culto di rara bellezza e suggestione che ora con questa pregevole iniziativa dell’Associazione Chiese Storiche verrà ulteriormente valorizzata attraverso questi strumenti tecnologici di facile e immediato utilizzo”.

 

ASSOCIAZIONE CHIESE STORICHE

Nel 2020 un gruppo di cittadini ha costituito a Città di Castello l’Associazione Chiese Storiche. Si tratta di un’associazione di volontari, senza scopo di lucro, che tra i suoi scopi ha quello di promuovere azioni per la custodia, la tutela e la valorizzazione di edifici di culto. Le attività sono iniziate a San Francesco e San Domenico; fondamentale è la collaborazione con i parroci, al fine di trasmettere alla collettività ed in particolare alle nuove generazioni il valore religioso, culturale e storico che questi due edifici di culto rappresentano per la comunità tifernate e dell’intera vallata. I soci fondatori sono 18, ma uno degli obbiettivi è quello di ampliare la platea delle persone interessate al fine di rafforzare il valore identitario che queste chiese rappresentano per la comunità e di migliorare l’offerta culturale del territorio, favorendo anche la fruizione pubblica di questi edifici di culto. Un ruolo fondamentale lo esercitano i soci volontari, proprio per adempiere al meglio al servizio di accoglienza ai cittadini e visitatori: in queste due chiese in questo periodo si tengono corsi di formazione per gli aderenti.

L’assemblea nell’atto costitutivo ha provveduto a nominare il primo consiglio, di cui fanno parte Paolo Bocci (presidente), Fabrizio Leveque (vicepresidente) ed i consiglieri Marcella Monicchi, Vasco Valeri e don Nicola Testamigna.

 

LINK VIDEO TOTEM CHIESE:

https://we.tl/t-rWZuiwatgo

INTERVISTA 1: PAOLO BOCCI, PRESIDENTE ASSOCIAZIONE CHIESE STORICHE

INTERVISTA 2: MONSIGNOR LUCIANO PAOLUCCI BEDINI, VESCOVO INTERVISTA 3: MICHELA BOTTEGHI, ASSESSORE ALLA CULTURA

 

TOTEM “INTELLIGENTI” NEL DUOMO E NELLE CHIESE DEL CENTRO TIFERNATE – PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE CHIESE STORICHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *